3 modi per lavorare fuori ufficio anche se hai bisogno dei dati che si trovano in ufficio!

By | 12 luglio 2016
connessione desktop remoto

connessione desktop remoto

L’ufficio è sempre stato il punto centrale di un’azienda, quel posto dove tutti si trovano e in cui si crea la squadra. Purtroppo a volte non ci si può andare, vuoi per indisposizione o perché ti sei ricordato di una modifica troppo tardi e l’ufficio è troppo lontano oppure è già chiuso, così rimandi a domani sperando di non scordarti quello che dovevi fare.

Quando si parla d’informatica le soluzioni che si possono adottare per raggirare il problema sono più d’una, ognuna con le proprie caratteristiche ed i propri vantaggi e svantaggi, quindi è bene che tu legga fino alla fine e solo in seguito decida per quale soluzione optare!

Il problema più grande nel lavorare da casa (in telelavoro, definito anche smart working, connessione desktop remoto, connessione remota o controllo remoto) sta nel trovare il sistema corretto da implementare, bilanciando costi e benefici.

Uno dei metodi utilizzati consiste nella connessione desktop remoto (o desktop remoto, controllo remoto per i più tecnici RDP):

Questo metodo consiste nel configurare il computer e la tua rete in modo che tu possa collegarti direttamente al computer e lavorare con la tua tastiera e mouse proprio come se ci fossi davanti.

Il principale svantaggio è che il computer deve essere acceso e viene “esposto” pubblicamente in internet, il che significa che se qualcuno riesce a trovare una vulnerabilità nel tuo sistema operativo (Windows) può entrare come se conoscesse utente e password e far tutto ciò che vuole (rubare o cancellare dati e documenti), senza alcuna tua possibilità di controllo.

Il secondo svantaggio è che il computer in ufficio dev’essere per forza acceso, altrimenti non è possibile connettersi. Quindi si vanno a consumare molte risorse (in termine di energia elettrica) e di conseguenza aumenta l’impegno economico.

Il terzo svantaggio è che può lavorare un solo utente alla volta, quindi mentre utilizzi il computer fuori ufficio non può essere usato da nessun altro in ufficio.

E’ possibile anche configurare un server (con un sistema operativo Windows Server) perché esegua la stessa funzionalità, in questo caso acquistando delle apposite licenze di Microsoft è possibile connettersi utilizzando desktop remoto in più utenti contemporaneamente.

Uno dei lati positivi di questo sistema è che il computer che utilizziamo per collegarci all’ufficio può avere delle caratteristiche molto molto base, in quanto tutti i programmi e le operazioni vengono effettuate direttamente nel computer che è in ufficio (o nell’eventuale server).

Il secondo lato positivo, ed è il motivo per cui questa soluzione viene spesso scelta, è che questo sistema è gratuito!

telelavoro

telelavoro

Ricapitolando, pur avendo la possibilità di usare un computer “base” per collegarci al nostro computer in ufficio, dobbiamo ricordarci che quest’ultimo dev’essere sempre acceso, può essere utilizzato solo da una persona alla volta (indifferentemente da in ufficio o fuori ufficio) ed esponiamo il computer pubblicamente su internet, alla mercè di Hacker e Script Kiddies (letteralmente delle persone che non hanno le capacità e competenze per essere degli hacker, ma che sfruttano le scoperte degli altri e i programmi scritti da altri Hacker per penetrare nei sistemi).

Il secondo sistema utilizzato per lavorare fuori ufficio come se ci si trovasse in ufficio è il telelavoro o controllo remoto:

Questo tipo di connessioni si effettua con dei programmi particolari suddivisi in due componenti, cioè una parte che andrà installata nel computer in ufficio, ed una seconda parte che andrà installata nel computer che utilizziamo a casa o mentre siamo in viaggio.

Dal computer fuori ufficio ci colleghiamo al computer in ufficio attraverso un apposito nome utente ed una password, senza dover esporre pubblicamente il computer su internet come nella prima soluzione (la connessione desktop remoto o RDP).

Anche in questo caso il computer dovrà essere sempre acceso, utilizzabile da un solo utente, a cui si va aggiungere un altro lato negativo: se il monitor è acceso, chiunque può vedere tutto quello che si sta facendo.

Il lato positivo è che il computer non viene esposto pubblicamente su internet e quindi è quasi impossibile che ci sia un’intrusione nel computer da parte di persone indesiderate.

I programmi più affidabili e che funzionano meglio per questo tipo di attività sono a pagamento, quindi per mettere in pratica questa soluzione è necessario spendere del denaro.

Il terzo metodo, che è il migliore compromesso tra costo, sicurezza e funzionalità è la connessione remota VPN:

Questo tipo di connessione prevede l’installazione di uno speciale apparecchio nella tua rete (un firewall).

Con questo sistema non ti connetterai al computer in ufficio (che quindi può essere tranquillamente spento, a patto che i tuoi dati non siano proprio dentro a quel computer), ma ti connetterai direttamente al Firewall che provvederà ad impostare il computer da cui ti stai collegando come se fosse all’interno dell’ufficio (permettendoti di accedere a cartelle e documenti condivisi su altri computer e perfino di stampare nelle stampanti che si trovano in ufficio).

I firewall non ha solo la funzionalità di creare questo tipo di connessioni, ma si occupano anche di tenere lontano gli hacker e script kiddies, filtrando il traffico che passa per la rete e bloccando eventuali attacchi che arrivano attraverso internet.

lavorare fuori ufficio

lavorare fuori ufficio

Le versioni più avanzate dei firewall integrano un antivirus che permette di intercettare i virus mentre girano nella rete, quindi ancora prima che arrivino nei computer, salvaguardando così la tua rete informatica.

Integrano anche delle funzionalità avanzate per filtrare il traffico: puoi ad esempio indicare che alcuni computer, in alcuni orari non accedano ai Social Network come Facebook e Twitter, piuttosto che Skype o bloccare completamente altri tipi di siti web.

Solitamente queste funzionalità avanzate vengono utilizzate nelle aziende per bloccare siti pornografici e di giochi d’azzardo, così da salvaguardarsi da eventuali “grane” legali che potrebbero sorgere.

Lo svantaggio principale di questo sistema è il costo, in quanto un Firewall che supporta la funzionalità VPN costa qualche centinaio di Euro e necessita di un tecnico informatico per la configurazione!

I vantaggi risultano essere molti di più, tra cui: il computer in ufficio non deve rimanere acceso e non è esposto su internet. Il firewall nella rete, oltre a creare la connessione remota, aumenta la sicurezza totale della tua rete e dei tuoi computer dal furto di dati e documenti.

E’ da tener conto che questo tipo di connessione cifra i dati che passano attraverso internet, rendendo di fatto impossibile o quasi per qualcuno intercettare il traffico ed introdursi nei sistemi.

Il nome di questa connessione remota è VPN, cioè Virtual Private Network, proprio perché viene creata una rete virtuale con l’ufficio ed è come se titrovassi fisicamente la!

Tirando le somme, quale sistema è il migliore?

Dipende! La soluzione migliore, se i dati che ci servono non sono nel computer che utilizzi solitamente in ufficio, ma sono in un NAS o in alcune cartelle condivise da altri computer, allora è sicuramente la connessione remota (VPN) che presenta notevoli vantaggi e pochissimi svantaggi.

Se invece i dati che ci servono sono dentro al computer, possiamo utilizzare il primo tipo di connessione per lavorare fuori ufficio, cioè la connessione desktop remoto, che rispetto alla seconda soluzione almeno nessuno può vedere esattamente cosa facciamo e come muoviamo il mouse, così da rispettare almeno un po’ la nostra privacy!

Esiste anche un particolare mix che è possibile utilizzare se i dati si trovano nel computer a cui ci dobbiamo collegare, cioè la connessione desktop remoto su VPN.

Sostanzialmente si crea una connessione VPN utilizzando la terza soluzione e solo successivamente ci si collega al computer in ufficio con il desktop remoto. In questo caso il computer non sarà pubblicamente accessibile su internet ed il traffico scambiato tra il nostro computer fuori ufficio e quello in ufficio sarà cifrato e sicuro.

Queste sono le 3 principali soluzioni per lavorare fuori ufficio come se ti trovassi in ufficio. Se ti va lascia un commento qui sotto!

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *