I 7 motivi per cui passare a Linux potrebbe distruggere la tua azienda!

By | 14 gennaio 2016

bomba-nucleareL’obiettivo di ogni imprenditore è quello di ridurre i costi il più possibile e forse anche tu stai cercando di raggiungere questo traguardo, così da poter investire in altre cose che ti permettono di aumentare il fatturato o il numero di clienti.

Uno dei primi “settori” che risentono di questi tagli è proprio il settore informatico, visto i costi di gestione e delle varie licenze per  i programmi utilizzati in azienda.

Il mondo informatico è in continua evoluzione e mai come in questo periodo le cose stanno diventando più immediate da gestire. La varietà di sistemi operativi che sta nascendo è molto ampia, tra cui abbiamo i tre principali: Windows, Linux e MAC OS X.

Se utilizzi sistemi Microsoft sicuramente ti sarai reso conto che le licenze dei sistemi operativi e dei software non sono proprio cifre irrisorie e tirando le somme diventa una somma importante investita ogni anno, così come imprenditore ti sarai sicuramente chiesto se esistono alternative per poter risparmiare quel bel gruzzoletto.

Il più delle persone, quando fai questa domanda, ti rispondono di passare a Linux, un sistema aperto, che funziona meglio e completamente gratuito.

Sono d’accordo con i 3 punti sopra, però a quanto pare tutti si dimenticano di spiegarti quali sono i punti che potrebbero distruggere la tua azienda se decidi di passare a quel sistema:

  1. I programmi per Windows non funzionano su Linux. Linux è strutturato in modo completamente diverso a Windows, quindi tutti i programmi che utilizzi quotidianamente nel tuo computer, non li potrai usare, a meno che non esista una versione creata appositamente per quel sistema operativo (e di solito sono a pagamento, visto che Linux rimane comunque un sistema “di nicchia”);
  2. Assistenza tecnica costosa e difficile. Linux rimane comunque un sistema operativo molto tecnico e profondamente diverso da Windows. La conseguenza di questa profonda differenza si mostra nella difficoltà di trovare un tecnico in grado di sistemarti il computer in caso di problemi, e comunque con un costo orario più alto;
  3. Pochi programmi tecnici disponibili. Esistono molti programmi per Linux, ma veramente pochissimi che possono essere funzionali al tuo lavoro e permetterti di raggiungere i tuoi obiettivi. Se il tuo lavoro consiste nell’usare qualcosa di più della sola suite Office o dei PDF, allora difficilmente potrai lavorare utilizzando solo il sistema operativo Linux.
  4. Non tutte le periferiche sono supportate. Ogni cosa che colleghi al tuo computer è considerabile come periferica, ed il sistema operativo (Windows o Linux che sia), deve sapere come farla funzionare e come si deve comportare. Per fare questo vengono usati i così detti “Driver”, cioè dei file/programmi che spiegano al sistema operativo come deve funzionare la periferica e cosa ne deve fare. Quindi ogni driver corrisponde in genere ad una periferica ed è sviluppato apposta per un sistema operativo (per Windows OPPURE per Linux, i due non sono intercambiabili). Essendo Windows il sistema operativo attualmente più diffuso, i produttori di periferiche si concentrano nello sviluppare i driver per quest’ultimo e tenderanno a concentrarsi meno nello sviluppo dei driver per altri sistemi operativi!
  5. Essendo Linux un sistema aperto e molto personalizzabile, sono nate mille diverse versioni (in gergo distribuzioni o distro) con diverse peculiarità. Il problema è che condividono solo la base, poi sono personalizzate per cui l’amministrazione e la gestione del sistema non è più uguale nelle vare distribuzioni. Non esistendo una panoramica completa su tutte le distro Linux disponibili, è molto difficile per te capire quale può essere la migliore versione per raggiungere il TUO obiettivo e quindi evitare di installare una versione che non è adatta alle tue necessità;
  6. Il sistema operativo è gratuito, NON tutto quanto. Quando si parla di software gratis e sistema gratuito, il più delle persone pensa erroneamente che con Linux sia tutto quanto gratuito, invece è solo ed esclusivamente il sistema operativo ad essere gratuito. Sono disponibili molti programmi gratuiti, ma nella maggior parte dei casi i software di nicchia utilizzati per il lavoro sono a pagamento.
  7. L’assistenza ufficiale è presente solo per poche piattaforme e non è per nulla gratis. Una delle distribuzioni Linux più usate a livello server è Red Hat Linux, una distribuzione di livello Enterprise molto robusta ed affidabile. Come accennavo nei punti sopra, la distro è gratuita, mentre l’assistenza tecnica fornita direttamente da Red Hat, sotto forma di contratto è estremamente costosa!

redhat-logo-cloud.jpegSicuramente Linux ha i suoi PRO rispetto a Windows, però in ambito business non credo sia ancora sufficientemente maturo e conveniente (nell’ottica di risparmiare rispetto ai sistemi Windows).

I contro sono sicuramente pesanti e a conti fatti potrebbe essere maggiore il costo rispetto al risparmio che se ne può avere dal passaggio ad un sistema operativo gratuito!

Ricordo ancora di un cliente che ha deciso di installare Linux nel suo computer perchè voleva abbandonare il mondo dei software a pagamento, solo che si è trovato con non pochi grattacapi quando si è reso conto che Microsoft non crea Office per Linux e lui con OpenOffice proprio non si trovava! Alla fine ha dovuto abbandonare tutto e tornare al caro vecchio Windows, anche se non tutte le versioni sono ottimali e ottimizzate, ma è compatibile con praticamente quasi tutto quello che si trova in commercio!

Se desideri una consulenza gratuita per la tua azienda, puoi richiederla cliccando qui!

Commenti

commenti

2 thoughts on “I 7 motivi per cui passare a Linux potrebbe distruggere la tua azienda!

  1. Mario

    Non sono d’accordo. Utilizzo linux come avvocato e mi trovo benissimo, non solo con l’open Office , ma anche con il software gratuito per il processo civile telematico. Utilizzo un computer di 7 anni fa, a cui ho aggiunto un disco ssd e, anche grazie a xubuntu, è un “missile”, quanto a velocità, nonché infallibile, rispetto ai virus informatici (da cui il pc non è mai stato infettato da quando uso Linux, cioè dagli ultimi 5 anni. Chiaramente senza usare alcun antivirus).
    Saluti

    Reply
    1. riparazionecomputer Post author

      Buongiorno Mario,

      Linux è perfetto per situazioni come la sua, mentre per aziende strutturate diversamente, che devono lavorare con software contabili o di gestione aziendale è quasi impossibile trovare uno strumento che si adatti perfettamente alle esigenze aziendali e sia sviluppato per Linux.

      Mi è capitato diverse volte di installare OpenOffice o LibreOffice su sistemi Windows, visto che i clienti volevano risparmiare il costo della licenza, ma dopo pochi giorni mi hanno contattato pregandomi di mettere l’office di Microsoft perché proprio non riuscivano a capirsi!

      Concordo, un disco SSD fa miracoli su qualsiasi macchina “datata”. Inoltre Linux gestisce in modo differente l’utilizzo della memoria RAM, evitando di “sprecare” utili risorse.

      Buona Giornata

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *