Cloud o non Cloud? Scopri perchè può ammazzare il tuo lavoro!

By | 29 febbraio 2016
cloud

cloud

In questo periodo sì fa un gran parlare di cloud, un’utilissima funzione che ti permette di sfruttare internet in modi diversi per salvare i tuoi dati o utilizzare altre funzionalità.

Cos’è il cloud?

Molte aziende danno una risposta “commerciale” a questa domanda con una semplice frase: “Porti tutti i tuoi documenti e dati fuori nella nuvola dalla tua azienda, così qualsiasi cosa succeda saranno sempre al sicuro!”.

Quest’affermazione è vera in parte, ma nasconde la parte più insidiosa e pericolosa del cloud che normalmente tendono a non farti valutare, visto che il cloud viene venduto in abbonamento con un canone annuo e chi te lo vende guadagnerà ogni anno una quota del totale senza dover muovere nemmeno un dito (il famoso guadagno facile).

Tornando a noi, la prima cosa da chiarire è che esistono due tipi di cloud: La possibilità di usare singoli servizi in cloud (es. google drive, dropbox ecc) oppure prendere un proprio server in cloud.

La differenza è ovviamente enorme in termini di requisiti che devi avere per i diversi servizi, nel primo caso non hai bisogno di nulla di particolare, se non la prima configurazione del servizio e potrai lavorare senza tante preoccupazioni o problemi.

Se invece decidi di prendere un tuo server in cloud, andrà seguito e costantemente aggiornato, protetto da eventuali possibili attacchi di hacker o virus, praticamente avrai bisogno di un tecnico sistemista solo per seguire il tuo server.

Possiamo paragonare questi due diversi tipi di servizio al mondo delle automobili: noleggiare una macchina con manutenzione ecc già inclusa, piuttosto che comprarne una dovendo fare tutta la manutenzione!

Come capire quale dei due tipi di cloud fa per te?

Purtroppo non è possibile dare una risposta precisa a questa domanda senza una consulenza approfondita, proprio perchè ogni azienda ha delle esigenze specifiche.

Quello che ti posso dire senza dubbio, è che se la cosa di cui hai bisogno è solo di salvare file e documenti, allora ti può andar bene un servizio come Google Drive o DropBox.

Che problemi ti può causare?

Per lavorare con i servizi remoti hai bisogno di una buona velocità internet, altrimenti non riuscirai a scaricare i documenti per la modifica e a mantenerli sincronizzati con la versione remota.

Se la tua velocità di internet è scarsa, il tuo lavoro sarà notevolmente rallentato oppure non riuscirai proprio a mantenere aggiornati i tuoi documenti.

Lavori con documenti che occupano diversi MegaByte? Allora devi sapere che ci vorranno diversi minuti per caricare i tuoi documenti nel cloud e che corri il rischio di usare “tutto internet” e gli altri computer del tuo ufficio non potranno navigare!

Che soluzione posso usare?

Per ovviare a questo problema la soluzione che personalmente consiglio, ma che ovviamente va analizzata di caso in caso, è di usare uno speciale “disco di rete” che mantiene tutti i dati all’interno della tua rete, e usare il cloud solo per effettuare salvataggi per il “disaster recovery”, cioè se nel caso peggiore di tutti non si salvasse nulla (fisicamente) della tua azienda!

Questo salvataggio remoto potrebbe essere tranquillamente eseguito di notte, così non rallenterà il tuo lavoro o la tua navigazione in internet!

Se desideri una consulenza su misura per la tua azienda, contattami compilando il modulo che trovi cliccando qui!

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *